Condizioni generali del contratto di vendita di pacchetti turistici

1) Definizione di pacchetto turistico

I pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze, i circuiti tutto compreso, le crociere turistiche, risultanti dalla combinazione, da chiunque ed in qualunque modo realizzata, di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario: a) trasporto; b) alloggio; c)servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio di cui all’articolo 36, che costituiscano, per la soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del pacchetto turistico. La fatturazione separata degli elementi di uno stesso pacchetto turistico non sottrae l’organizzatore o il venditore agli obblighi del presente capo.

2) Condizioni generali di contratto

La vendita di pacchetti turistici, che abbiano ad oggetto servizi da fornire in territorio sia nazionale sia internazionale, è disciplinata – fino alla sua abrogazione ai sensi dell’art. 3 del D. Lgs. n. 79 del 23 maggio 2011 (il “Codice del Turismo”) – dalla L. 27/12/1977 n. 1084 di ratifica ed esecuzione della Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV), firmata a Bruxelles il 23/04/1970 – in quanto applicabile – nonché dal Codice del Turismo (artt. 32-51) e sue successive modificazioni e dalle disposizioni del codice civile in tema di trasporto e mandato.

3) Prenotazioni

La parte venditrice accetta le prenotazioni che le pervengono dalle agenzie di viaggio o dai clienti fino ad esaurimento dei posti disponibilità. La prenotazione si intende perfezionata al momento della conferma da parte della parte venditrice.

4) Prezzo

Il prezzo del pacchetto turistico, così come contrattualmente determinato, potrà essere modificato fino a 20 giorni precedenti la partenza e soltanto in dipendenza di variazioni di uno dei seguenti elementi: a) costi di trasporto, incluso il carburante; b) diritti e tasse su alcune tipologie di servizi turistici quali imposte, tasse di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti; c) tassi di cambio applicati al pacchetto in questione. La revisione al rialzo non può in ogni caso essere superiore al dieci per cento del prezzo nel suo originario ammontare.

5) Pagamenti

All’atto della prenotazione il consumatore è tenuto a versare la quota di iscrizione o gestione pratica – laddove prevista – e un acconto pari al 25% della quota complessiva del pacchetto turistico. Il saldo dovrà essere versato alla parte venditrice almeno 30 giorni prima della partenza. Per le iscrizioni effettuate nei 30 giorni precedenti la data della partenza dovrà essere versato l’intero ammontare all’atto dell’iscrizione. La mancata osservanza di queste condizioni da parte del consumatore autorizza la parte venditrice ad annullare le prenotazioni, anche se già confermate, fatto salvo l’eventuale risarcimento dei danni.

6) Recesso del consumatore

Il consumatore può recedere dal contratto, senza pagare penali, nelle seguenti ipotesi: a) aumento del prezzo globale in misura eccedente il 10%; b) modifica significativa di uno o più elementi essenziali del contratto (per tali intendonsi variazioni su elementi oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato) proposti dalla parte venditrice dopo la conclusione del contratto stesso, ma prima della partenza e non accettata dal consumatore.

Nei casi di cui sopra, il consumatore ha alternativamente diritto: a) ad usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente o superiore; b) alla restituzione della sola parte già corrisposta, entro sette giorni lavorativi dal momento del ricevimento della comunicazione della decisione di chiedere il rimborso. Il consumatore dovrà dare comunicazione scritta alla parte venditrice non oltre due giorni lavorativi dal ricevimento della comunicazione relativa all’aumento e di modifica. In ogni caso non saranno accettate contestazioni sul prezzo del viaggio e sulle singole componenti del prezzo durante o alla fine del viaggio.

Il prezzo stabilito nel contratto non potrà essere aumentato nei 20 giorni precedenti la data prevista per la partenza. In caso di annullamento del viaggio confermato verranno addebitate le seguenti penali:

  • 15% fino a 30 giorni prima della partenza;
  • 50% fino a 15 giorni prima della partenza;
  • 75% fino a 5 giorni prima della partenza;
  • 100% per mancata presentazione alla partenza.

7) Annullamento del viaggio da parte dell’organizzazione

La parte venditrice può annullare il contratto, totalmente o parzialmente, senza alcuna indennità: a) per circostanze di carattere eccezionale; b) quanto il numero minimo di viaggiatori previsto dal programma non sia raggiunto e sempre che ciò sia portato a conoscenza del partecipante almeno 20 giorni prima della partenza. In entrambi i casi, se il contratto viene annullato prima della sua esecuzione, al consumatore spetta il rimborso integrale delle somme versate. In caso di annullamento di contratto in corso di esecuzione, la parte venditrice prenderà tutte le misure necessarie nell’interesse del consumatore per un indennizzo equo per entrambe le parti.

8) Modifiche dopo l’arrivo

Dopo l’arrivo, allorché una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non possa essere effettuata - per qualunque ragione tranne che per fatto proprio del consumatore -, la parte venditrice predispone adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio programmato, non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del consumatore, oppure rimborsa quest’ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate, salvo il risarcimento dell’eventuale maggior danno provato dal consumatore. Se non è possibile alcuna soluzione alternativa o il consumatore non l’accetta per un giustiziato motivo, la parte venditrice gli mete a disposizione un mezzo di trasporto equivalente per il ritorno al luogo di partenza o ad un altro luogo convenuto, compatibilmente alla disponibilità del mezzo e dei posti, e gli restituisce la differenza tra il costo delle prestazioni previste e quello delle prestazioni effettuate fino al momento del rientro anticipato.

9) Cessione del contratto da parte del viaggiatore

Il consumatore che sia nell’impossibilità di usufruire del viaggio prenotato può cedere la propria prenotazione ad un’altra persona, che soddisfi tute le condizioni per la fruizione del servizi, nei rapporti derivanti dal contratto, dopo averne informato l’agente di viaggio e la parte venditrice con almeno 15 giorni di preavviso rispetto alla data fissata con l’inizio del viaggio. Tuttavia la parte venditrice non sarà responsabile dell’eventuale mancata accettazione del nuovo nominativo da parte dei terzi fornitori dei servizi. Il consumatore cedente e il cessionario sono solidalmente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo, nonché per le spese supplementari risultanti da detta cessione.

10) Responsabilità dei vettori

I vettori sono responsabili nei confronti dei consumatori limitatamente alla durata del trasporto con i loro mezzi, in conformità a quanto da essi previsto nelle proprie condizioni di trasporto. I programmi sono pubblicati dietro la sola responsabilità dell’operatore turistico.

11) Scioperi – Sospensioni per avverse condizioni atmosferiche

Avvenimenti bellici, disordini civili e militari, sommosse, calamità naturali, saccheggi, atti di terrorismo: questi fatti e altri simili costituiscono causa di forza maggiore e non sono imputabili ai vettori e alla parte venditrice. Eventuali spese supplementari sopportate dal consumatore non saranno pertanto rimborsate, né tanto meno lo saranno le prestazioni che per tali cause venissero meno o non fossero recuperabili. Inoltre, la parte venditrice non è responsabile del mancato utilizzo dei servizi dovuto a ritardi o cancellazioni dei vettori aerei, marittimi e terrestri.

12) Reclamo

Le eventuali contestazioni in merito a presunte disparità o riscontrate disparità di servizi nel corso del viaggio dovranno essere immediatamente riportate al fornitore del servizio contestato (albergatore, vettore, guida…) sollecitando l’esecuzione del servizio nei termini previsti dai documenti di viaggio (voucher, programma). Al termine del viaggio entro 10 giorni, il consumatore e/o l’organizzatore dovrà inviare il suo rapporto scritto alla parte venditrice con tutto l’appoggio documentale che gli è stato possibile procurarsi.


Per eventuali contestazioni e controversie sarà competente il foro di Cuneo

Tutti i dati personali verranno trattati nel pieno rispetto del D. Lgs. 196/2003 e s.m.i. e che il trattamento dei dati personali è diretto all’espletamento da parte del tour operator delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico. I dati personali in ogni caso non saranno trasmessi ai terzi e in ogni momento potranno essere cancellati a richiesta del consumatore senza preavviso.

Organizzazione di ITUR s.c., polizza di Responsabilità Civile Generale n° 137 00250419 GENERALI INA ASSITALIA.

Comunita Europea
Leader+
Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali
Regione Piemonte
GAL Langhe Roero Leader

CAMPAGNA FINANZIATA AI SENSI DELL'ASSE IV - PSR 2007-2013

GAL LANGHE ROERO LEADER

Blog

In viaggio nelle Langhe e Roero

Newsletter

News & Offerte

Follow Us

I nostri profili sociali